di Redazione

Che sia Pasqua o no, ad ognuno spetta la sua resurrezione. Chiunque abbia portato una croce, ha diritto a risorgere. E non serve un miracolo. Il vero miracolo è continuare ad amare la vita, nonostante le sofferenze che ci riserva. Perché l’amore è la chiave di ogni resurrezione: l’amore e il rispetto di sé, l’amore e il rispetto della vita… Quello che ci fa dire: “Comunque ne vale“.

(Antonio Curnetta)

Allora sia Pasqua piena per voi che fabbricate passaggi dove ci sono muri e sbarramenti, per voi apertori di brecce, saltatori di ostacoli, corrieri a ogni costo, atleti della parola pace“.

(Erri De Luca)

La famiglia dell’ALCLI augura a tutti voi una serena Pasqua!