Il ricavato delle iniziative, realizzate dal 1987 al 2005, ha permesso di supportare il reparto di Ematologia della Clinica pediatrica del Policlinico “Umberto I” Università “La Sapienza” di Roma, attraverso la realizzazione di due camere sterili a flusso laminare orizzontale, la donazione di arredi per l’accoglienza di malati e loro familiari, l’acquisto di attrezzature informatiche e tecnologiche ed il finanziamento di alcune ricerche scientifiche, sulla citotossicità dei farmaci impiegati nelle terapie oncoematologiche, poi pubblicate in riviste specializzate.

Inoltre, donati al reparto di Chirurgia dell’Ospedale di Magliano Sabina un videolaparoscopio per la terapia chirurgica dei tumori dell’addome ed un contributo per l’acquisto di un videoprocessore per lo screening gastroenterologico, oltre a 2 pompe infusionali per la somministrazione di farmaci, donate anche all’Ospedale di Amatrice.

Nel corso degli anni, l’ALCLI ha realizzato anche numerosi progetti che hanno consentito di sostenere, mediante donazioni, l’Ospedale Generale Provinciale S. Camillo De Lellis di Rieti:

Microscopi, microtomi e varie apparecchiature scientifiche al fine di velocizzare e migliorare la qualità delle diagnosi.
Strumentazioni di vario genere per eseguire esami di base ai donatori di midollo osseo e donatori di sangue.
Donati strumenti scientifici ed arredi che ne hanno consentito l’apertura.
Un videocolonscopio ed un videoprocessore digitale che permettono di individuare lesioni anche di minima entità contribuendo anche alla prevenzione in modo significativo.
Un microscopio indispensabile per avere una diagnosi tempestiva sulle malattie del sangue ed altre piccole attrezzature.
Acquistati, per le stanze di degenza riservate ai malati oncologici, televisori a colori, comode poltrone “relax”, impianto per la filodiffusione di musica in tutto il reparto e donate riproduzioni di quadri d’autore, poster delle bellezze paesaggistiche nostrane e dei Santuari della Valle reatina
Arredi e strumenti vari per la degenza dei pazienti oncologici.
Sistema di videoendoscopia con possibilità di foto e video documentazione che ha permesso il potenziamento dell’analisi, diagnosi e monitoraggio di patologie neoplastiche prima, durante e dopo il trattamento terapeutico.
Un mammografo che ha permesso di aprire il centro di screening senologico.

 

L'ammontare complessivo della spesa sostenuta dall'ALCLI per i suddetti progetti è di oltre 3.000.000 di euro.