di Redazione

Si è conclusa la tradizionale distribuzione delle Uova pasquali dell’ALCLI “Giorgio e Silvia”,  entrate ormai nelle abitudini dei reatini.
Il progetto “uova di pasqua”, ha da sempre generato una vera catena della solidarietà con un dispiegamento di volontari su quasi tutti i comuni della provincia e la collaborazione di molti parroci della città che, durante le proprie omelie segnalano l’iniziativa che da sempre supporta i più importanti servizi a favore dei malati oncologici; dal trasporto ai malati, all’assistenza domiciliare, alla costruzione della Casa d’accoglienza per i malati oncologici.
“Vorrei ringraziare anticipatamente tutti coloro che, con grande sensibilità d’animo, hanno comprato le Uova della Speranza, che per noi rappresentano un concreto sostegno a tutte le attività di assistenza e accoglienza per i malati e le loro famiglie”,  dichiara la presidente dell’ALCLI Santina Proietti. “Ringrazio anche tutti gli splendidi volontari hanno lavorato e distribuito su tutta la provincia le colorate UOVA e i parroci che con grande sensibilità hanno consentito la vendita all’uscita delle celebrazioni”.
Delle semplici uova di cioccolata, non solo sono state mattoncini per la Casa d’Accoglienza consentendone la realizzazione, ma sono riuscite a portare luce e speranza all’interno delle famiglie dei malati oncologici.
“La Pasqua, anche attraverso, dei piccoli gesti, può diventare una straordinaria occasione per uscire da noi stessi, e accorgerci che accanto a noi, ci sono essere umani che a volte chiedono solo un nostro sorriso”, evidenza Santina Proietti.
L’ALCLI, nel rivolgere a tutti gli auguri per una Pasqua della Speranza, vuole dire grazie a tutti coloro che, acquistando anche solo un UOVO di cioccolato, daranno un indispensabile aiuto a coloro che soffrono.