Lo studio della Sapienza e del Ce.Ca.Re.P. sugli effetti dei trasporti sull’apparato respiratorio umano. Terminillo batte Roma con una distanza abissale nella misurazione delle particelle inquinanti. La montagna reatina si conferma un luogo sano, non inquinato depositario di uno straordinario patrimonio naturalistico. I trasporti, principale causa di inquinamento.

Nell’ambito della collaborazione tra ALCLI Giorgio e Silvia e Sabina Universitas, i ricercatori del Ce.Ca.Re.P (Centro Oncologico di Ricerca e Prevenzione della Provincia di Rieti) insieme ai ricercatori del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università Sapienza di Roma, hanno condotto uno studio sugli effetti dei trasporti ritenuti una delle principali cause di inquinamento atmosferico, soprattutto nelle grandi città.

In particolare, è stata analizzata la presenza di particelle sub-microniche nella chimica degli aerosol per identificare il contributo del traffico autoveicolare e studiare le concentrazioni depositate nel tratto respiratorio umano.
Lo studio targato anche Ce.Ca.Re.P. dal titolo: “Evaluation of the submicron particles distribution between Mountain and Urban Site: contribution of the transportation for defining environmental and Human Health Issues”, è stato pubblicato nel 2019 sulla prestigiosa rivista scientifica “International Journal of Environmental Research and Public Health”.
Una ricerca che ha messo a confronto due diversi siti di campionamento uno a Roma (sito urbano), caratterizzato da un’elevata densità di traffico veicolare (rapporto di 706 veicoli/1000 abitanti) e uno sul Monte Terminillo (Rieti) con un’altitudine di 2217 metri, durante i giorni lavorativi e nei fine settimana di luglio.

Sono stati studiati sia il numero totale di particelle (2-2,5 volte superiore nel sito urbano) sia la distribuzione delle dimensioni dell’aerosol (diverse modalità durante il giorno) e i rapporti di particelle ultrafini/non ultrafini (che variano tra 2-4 volte tra i due siti) in relazione all’elevato traffico veicolare a Roma e alle emissioni antropiche pressoché nulle nel sito montano.
I risultati ottenuti hanno messo in luce una differenza significativa tra il sito urbano/montano (fino a 15 volte), confermando il ruolo inquinante del trasporto in città.

Ancora una volta viene confermata l’importanza di una risorsa naturalistica come il Terminillo che non solo accoglie una straordinaria biodiversità, ma è anche un luogo salubre, non inquinato, un prezioso alleato per la salute pubblica.

Per maggiori informazioni sullo studio è possibile consultare l’intera pubblicazione ai seguenti indirizzi:
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31013965/

Per maggiori informazioni sul Ce.Ca.Re.P. è possibile consultare l’apposita sezione del sito ALCLI al seguente indirizzo:
http://www.alcli.net/ce-ca-re-p/

Per maggiori informazioni sul BiomATRiC (Biomedicine and Advanced Tecnologies Rieti Centre) è possibile consultare l’apposita sezione del sito della Sabina Universitas al seguente indirizzo:

https://www.sabinauniversitas.org/biomatric/
2