di Santina Proietti

Cari amici sta arrivando il Natale, il particolare momento dell’anno durante il quale affidiamo a Dio le nostre speranze di una vita migliore per i familiari, gli amici, i nostri malati e tutte le persone in difficoltà.
Nonostante la sofferenza, i nostri cari che non ci sono più, la battaglia difficile combattuta ogni giorno contro il cancro, noi non perdiamo la speranza che viene dalla gioia di amare ed essere amati dai nostri volontari, che non permettono a nessuno di sentirsi solo o abbandonato, dai medici e infermieri che, nella grande famiglia dell’ALCLI, hanno portato l’umanità nei reparti, rendendo l’Ospedale un luogo più rispettoso della dignità delle persone.
Spesso ci chiediamo cosa fare per ridare speranza a quelle famiglie distrutte in un momento come il Natale, festa della gioia, della nascita di Gesù che irrompe con il suo amore nella storia umana.
L’ALCLI è necessariamente portatrice di speranza che viene anche dalla ricerca da noi supportata negli anni. Infatti, grazie alla collaborazione con il Polo universitario di Rieti “Sabina Universitas” l’ALCLI, dal 2016, ha convintamente sostenuto il Centro Oncologico di Prevenzione e Ricerca della provincia di Rieti, impegnato nella ricerca scientifica oncologica e che, inoltre, organizza incontri con le scuole e la popolazione per diffondere la cultura della ricerca e della prevenzione.
La speranza arriva dunque anche dalla ricerca e da tutti i progetti e le attività dell’ALCLI che danno senso e valore autentico alla vita delle persone, sia quella dei volontari sia quella dei malati. Ridare valore alla vita che va difesa sempre!
Dobbiamo continuare ad avere e a portare speranza ai bambini africani per i quali l’allarme oncologico è altissimo e, grazie al progetto ABLE dell’associazione ONLUS AFRON – Oncologia per l’Africa che abbiamo deciso di sostenere, ne sono stati curati e salvati moltissimi: ogni bambino guarito è un inno alla gioia!
In questo Natale 2018, auguro a tutti i cittadini di non perdere mai la speranza e alle istituzioni di mantenere costante l’impegno, perché noi non smetteremo di essere in mezzo a coloro che hanno bisogno di aiuto.