Sempre nell’ambito della collaborazione tra ALCLI Giorgio e Silvia e Sabina Universitas, proponiamo la lettura di un altro lavoro pubblicato a fine 2020.
La ricerca targata Rieti arriva questa volta sulla prestigiosa rivista scientifica “Frontiers in pharmacology” con la pubblicazione dal titolo: “The Botanical Drug PBI-05204, a Supercritical CO2 Extract of Nerium Oleander, Inhibits Growth of Human Glioblastoma, Reduces Akt/mTOR Activities, and Modulates GSC Cell-Renewal Properties”, ideato dai ricercatori del Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche dell’Università degli Studi dell’Aquila in collaborazione con i colleghi del Ce.Ca.Re.P (Centro Oncologico di Ricerca e Prevenzione della Provincia di Rieti).
I ricercatori che da tempo si occupano dello studio del Glioblastoma (GBM), il tumore cerebrale maligno più comune e aggressivo negli adulti, hanno valutato gli effetti antitumorali su questo tipo di tumore, di un nuovo farmaco naturale ottenuto dalla pianta di Oleandro (Nerium Oleander) mediante estrazione con CO2 supercritica.
Nello studio è stata valutata l’efficacia antitumorale di un nuovo farmaco botanico il PBI-05204, sia su cellule di Glioblastoma sia su cellule staminali di Glioblastoma, utilizzando modelli di cancro sia in vitro sia in vivo. Sia le colture cellulari in vitro che gli studi immunoistochimici di sezioni di tumore derivate da xenotrapianto di U87 MG e U251 in topi T98G, suggeriscono che il farmaco induce l’apoptosi delle cellule tumorali mediante l’inibizione delle vie PI3k/mTOR e della staminalità delle cellule cancerose.
I risultati ottenuti mostrano che PBI-05204 rappresenta un nuovo approccio terapeutico nel trattamento del Glioblastoma basato sull’uso di nuovi farmaci ottenuti da prodotti naturali o derivati vegetali ricchi di sostanze come polifenoli, flavonoidi, carotenoidi e alcaloidi biologicamente attive la cui efficacia in combinazione con la chemioterapia e la radioterapia standard per il trattamento del Glioblastoma sarà valutata in studi clinici futuri.
Per maggiori informazioni sullo studio è possibile consultare l’intera pubblicazione ai seguenti indirizzi:
Per maggiori informazioni sul Ce.Ca.Re.P. è possibile consultare l’apposita sezione del sito ALCLI al seguente indirizzo:
alcli cecarep 3